Il Figlio, il Padre, le stelle... ed io!

Description
Incontro Periodico di informazione, cultura, attualità e sport della Valle dell Irno REDAZIONE: P.zza Giovanni Paolo II Aiello di Baronissi (SA) Tel. e Fax Anno XVI - Natale 2008

Please download to get full document.

View again

of 12
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Information
Category:

Fan Fiction

Publish on:

Views: 0 | Pages: 12

Extension: PDF | Download: 0

Share
Transcript
Incontro Periodico di informazione, cultura, attualità e sport della Valle dell Irno REDAZIONE: P.zza Giovanni Paolo II Aiello di Baronissi (SA) Tel. e Fax Anno XVI - Natale / Il Figlio, il Padre, le stelle... ed io! Sarà Natale? di Don Biagio Napoletano* T utti parlano del Natale. - I politici: Basta qualche luminaria sui generis, qualche abete rivestito solo di luci abbaglianti, qualche tappeto rosso con le stelline e Babbo Natale per le strade e davanti alle scuole a distribuire doni. Qualche biglietto augurale accompagnato dal regalo per un ritorno ad un probabile voto... - I commercianti: È crisi, perciò sconti (...) continua a pag. 2 di Malgorzata Sokolowska O gni anno, durante la notte di Natale, quando il sacerdote accompagnato dal canto: Tu scendi dalle stelle, con gesto antico depone nella culla il Bambino Gesù, come d incanto, risuonano nella mia mente le parole del celeberrimo cantico: Benedetto sia Dio, Padre del Signore nostro Gesù Cristo. Guardo quel Bambino e mi sento unita al Padre, perché sarebbe paradossale guardare Il Figlio senza pensare al Padre Suo, che è anche nostro Padre, come recitano i versi: Cristo è immagine del Dio invisibile / generato prima di ogni creatura. Guardo il Bambino e provo un gran sollievo perché: In Lui ci ha scelti / prima della creazione del mondo, perché in Lui vive ogni nostra particella. Continua a pagina 3 AIELLO - ACQUAMELA AIELLO-ACQUAMELA Il presepe della Regina Margherita A pag. 4 COPERCHIA COLOGNA COPERCHIA-COLOGNA Ricordo e Solidarietà a Coperchia A pag. 6 SOMMARIO Liturgia in pillole...p. Aiello/Acquamela... pp. Coperchia/Cologna... pp. Botta e risposta con.... p. Web Liturgia...p. Comunicazioni sociali...p. Catone Rappresentanze Ceramiche per pavimenti e rivestimenti Via Indipendenza, 4 - Aiello di Baronissi (Sa) - Tel Fax Cell AGENTE PER Fede Oggi Per un Epifania di solidarietà aprirono i loro scrigni e gli offrirono in dono oro, Poi incenso e mirra : con queste parole l evangelista Matteo ci ricorda l incontro dei magi con il bambino Gesù. Aiutati da questa immagine, anche quest anno, i catechisti insieme alla caritas parrocchiale hanno presentato l Epifania come momento di solidarietà verso i tanti bambini che ancora oggi vivono nell indigenza. All inizio dell avvento è stato consegnato ai ragazzi che frequentano il catechismo un salvadanaio nel quale mettere i risparmi frutto di piccoli sacrifici perché diventino dono per altri bambini che vivono in terre lontane. I salvadanai saranno consegnati durante le celebrazioni eucaristiche del 6 gennaio. Abbiamo anche chiesto loro di mettere nel salvadanaio un piccolo disegno, di scrivere una frase, una preghiera per questi amici più sfortunati poiché il ricordo e la preghiera sono segni di sensibilità che è un sentimento al quale dobbiamo educare i nostri ragazzi. Questi pensieri saranno riportati su di un cartellone affinché venga letto dagli adulti perché anche i nostri piccoli possono ricordarci che in ogni bambino in difficoltà c è Gesù che ci chiede attenzione e amore. Mirella Giannattasio Gruppo Padre Pio: un augurio speciale La nostra comunità è in festa! Dopo un lungo iter seguito dai responsabili del Gruppo Padre Pio della nostra parrocchia, finalmente la tanto attesa reliquia di Padre Pio è giunta nella nostra parrocchia, ed è stata esposta alla venerazione dei fedeli. Grandi preparativi sono stati messi in atto dai nostri parroci, don Nello e don Angelo, dai diaconi, don Giuseppe e don Roberto, e dall intero gruppo di preghiera, guidato dalla responsabile Rita Ricciardi. Ben sei giornate di preghiera e riflessione sono state previste, in concomitanza della scorsa festa di Ognissanti e della commemorazione dei defunti, per concludersi il 3 novembre u.s., in una gremita chiesa San Domenico, si è tenuta l accoglienza e l ostensione della reliquia del tanto amato santo del Gargano. Il Gruppo Padre Pio, entusiasta della massiccia partecipazione, desidera ringraziare quanti sono stati presenti e vuole porgere gli auguri di un Santo Natale e di un sereno 2009, ricco di gioia, all insegna della preghiera e della riflessione. Il gruppo Padre Pio Don Biagio Napoletano dalla prima favolosi, offerte a tutte le ore e in tutti i giorni, compresi lo stesso giorno di Natale ed ogni domenica... - I preti: Presepi, magari anche mobili, canti natalizi, recite, visite ai presepi, chiesa piena, confessionali affollati, solo per qualche giorno, chiaramente... - Genitori e figli: Regali costosi: non dovrà mancare l ultimo modello di telefonino e computer, naturalmente... cibi prelibati, viaggi esotici... Potremo continuare la lista, ma il risultato non cambierebbe: è il solito Natale consumistico che potrebbe produrre un pugno nello stomaco al capo della Cristianità, tanto da indurlo ad indire per quest anno il Digiuno del Natale. Ecco il suo proclama: Ogni battezzato vada alla scuola di: - Isaia: Appiani la strada per il suo Dio, smussi le asperità del carattere, addolcisca il volto, impari ad accogliere gli altri nei pensieri e nella vita, sia uomo-donna di pace. - Giovanni il Battista: Smetta di frequentare i templi del piacere e della trasgressione, si accontenti del necessario, si liberi da una religiosità solo rituale ed accolga il Cristo Via, Verità e Vita. - Maria: In povertà, obbedienza, disponibilità partorisca e dia un volto a quel Dio Misericordia, Amore, Perdono, Pace, Gioia che desidera nascere nel suo cuore e nella sua vita, per illuminare lui e chi gli sta accanto. Saremo capaci di dare ascolto a quest ipotetico appello del Santo Padre e viverlo in pienezza? Dalla nostra risposta, positiva o negativa, dipenderà l esserci o il non esserci il Natale. Sarai tu uomo, donna, giovane, fanciullo, prete, politico, commerciante... a decidere se, quest anno, sul calendario del tuo cuore vorrai incidere o non la data del 25 Dicembre, come solennità del Natale del Nostro Signore Gesù Cristo. *Vicario foraneo Elettronica dell auto Centro diagnostico Abs - Antifurto - Antinquinamento - Autoradio - Carburatori - Climatizzatori - Contagiri digitali ed elettronici - Iniezione - Radiotelefoni EUROCAR ELETTRAUTO-MECCANICO IMPIANTI G.P.L. di Carmine Milito Via Due Principati, 79 Acquamela di Baronissi (Sa) Tel Foto Video Panda di Angela Greco Via Due Principati, ACQUAMELA di Baronissi (Sa) Tel di Michele Pierro LAVORAZIONE VETRI - CRISTALLI E SPECCHI APPLICAZIONI VETRARIE DI OGNI TIPO P. IVA BARONISSI (SA) - Via S. Allende Tel. e Fax Incontro - Natale 2008 Liturgia / Divina Misericordia a cura di Carmine Di Lieto IL PRESEPE Dall 8 dicembre al 6 gennaio, come da consolidata tradizione, nelle chiese e nelle case si respira un atmosfera diversa: il grigiore del freddo e della pioggia, l oscurità dell inverno vengono rotti dai canti natalizi, dalle luci delle luminarie e dal calore che avvertiamo ogni volta che ci accostiamo ad un presepe. La rappresentazione della nascita storica e religiosa di Gesù continua ad affascinare adulti e bambini e a suscitare sentimenti di gioia, di aggregazione, di partecipazione? Nell ultimo periodo si sta registrando un ridimensionamento sempre più marcato del presepe fino ad arrivare a tenere la sola natività. E pensare che questa tradizione risale al Medioevo, epoca che vide in San Francesco il testimone più noto. Come mai oggi il presepe sta perdendo la sua vitalità? Forse perché la famiglia condivide sempre meno il valore dell unità in progetti comuni. Forse perché le luci sfavillanti dell albero meglio si adattano ad una società mordi e fuggi. Forse perché l aspetto artistico con si coniuga più a quello spirituale. Forse perché Il presepe, però, continua ad insegnarci qual è il vero spirito cristiano che deve animare la nostra vita e a lanciare me ssaggi di fede che non tramontano, mai. Sotto lo sguardo misericordioso di Gesù Cristo nostro Signore, in via sperimentale, hanno avuto inizio gli incontri tra le associate alla Divina Misericordia della comunità di San Pietro Apostolo in Aiello-Acquamela di Baronissi. Gli incontri si tengono la prima domenica di ogni mese alle ore 20,30 e consistono nell offrire a Gesù la coroncina della Divina Misericordia, leggere un passo del diario di Suor Faustina e meditarlo in silenzio. Il prossimo appuntamento è per il 4 gennaio Augurandovi Buon Natale nel Signore vi proponiamo un passo dal diario di Suor Faustina. Santuario della Divina Misericordia a Lagiewniki (Cracovia) [ ] Andai davanti al SS. mo Sacramento e, come la più grande miseria e nullità, Lo pregai di aver misericordia e di degnarsi di guarire e purificare la mia povera anima. D un tratto udii queste parole: «Figlia Mia, tutte le tue miserie sono state bruciate nel fuoco del Mio amore, come una pagliuzza gettata in un immenso incendio. E con questo umiliarti attiri su di te e su altre anime tutto il mare della mia Misericordia». E risposi: «Gesù, plasma il mio povero cuore secondo il Tuo Divino compiacimento». (Tratto da Santa Maria Faustina Kowalska, DIARIO la misericordia divina nella mia anima, Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano, 200). Mena Pizzuti Malgorzata sokolowska - dalla prima Guardo quel Bambino e riscopro e ripercorro la creazione del mondo, la creazione dell uomo, vedo l embrione che si sviluppa e diventa uomo, vedo Il Primogenito di coloro che risuscitano dai morti. Incontro - Natale 2008 AGIP Stazione di servizio NICOLA PECORARO ss. 88 km Tel ACQUAMELA Sento presagio di Genesis e di Finis. Guardo quel Bambino, la cui umana fragilità mi riporta alla mente le parole di Blaise Pascal: La conoscenza di Dio senza quella della propria miseria produce orgoglio; la conoscenza della propria miseria senza quella di Dio, produce disperazione. La conoscenza di Gesù Cristo stabilisce l equilibrio, perché noi ci troviamo Dio e la nostra SA. PAV. s.a.s. di Giuseppe Bisogno &C. Sede e Stabilimenti: SALERNO - Via dei Greci, 146/D e Fax N. Partita IVA Pavimenti e Rivestimenti in Ceramica - Marmi - Igienici - Rubinetteria - Arredo Bagni - Caminetti - Tutto per l Edilizia miseria. In seguito lo stesso filosofo scrisse: Dall inferno o dal cielo ci separa solamente la vita, la cosa più fragile del mondo. La Vita - BUON NA- TALE! QUATTRO PASSI CALZATURE Via S. Allende, 2 Baronissi (SA) - Autostrada SA-AV (uscita Lancusi) 3 Aiello-Acquamela INCONTRO Quindicinale di informazione, cultura, attualità e sport della Valle dell Irno Coordinatori: Mirella Giannattasio Per informazioni: e Il presepe della Regina Margherita Da fonti storiche certe, sappiamo che la Regina Margherita di Durazzo trascorse i suoi ultimi anni di vita ad Acquamela, ove morì nel 1412 a causa della peste. Si racconta che nel paese ogni anno si svolgeva un piccolo presepe vivente, interpretato da umili p e r s o n e del posto. La regina, f e r v e n t e cat tolica, incuriosita da ciò, decise una sera di andare a visitare il Presepe. Giunse sul posto mentre arrivavano da tre strade diverse del paese i Re Magi a cavallo che portavano i doni al Bambino Gesu.Il popolo che attendeva i Magi, mai avrebbe pensato che con loro sarebbe arrivata la Regina, suscitando un grande stupore. E così, in forma processionale, Margherita di Durazzo, aprì il corteo, avviandosi verso la capanna, seguita dai Magi e dal popolo festante. L associazione AL- VAA, che quest anno ha intrapreso un percorso di recupero delle nostre regali tradizioni, già con la sagra della Regina, ha deciso di reinterpretare a distanza di quasi sei secoli quell evento, forse leggendario ma pur sempre carico di commozione. L a p - p u n t a - mento è quindi per lunedì 5 G e n n a i o a l l e ore in Via Indipendenza, all altezza dell Edicola della Madonna del Carmine, dove attenderemo l arrivo dei Magi e della Regina Margherita di Durazzo. Per l ALVAA Vincenzo Ruggiero AUTOCAR AUTORICAMBI E ACCESSORI di CARUSO M.&C. s.n.c. Donum Vitae il dono di Natale associazione Domun L Vitae, come ogni anno augura a tutti i lettori e ai donatori Buone Feste e ricorda che la prossima raccolta del sangue si terrà domenica 15 febbraio 2009 presso la chiesa S. Domenico in Acquamela dalle ore 9.00 alle Vi aspettiamo numerosi come al solito!!! Via G. Dalla Chiesa, 53 Baronissi (SA) tel. Fax G I O VA N N I R U G G I E R O Via Macello, 26 Acquamela di Baronissi -SA- Tel Lana-Reti-Cuscini- Materassi a molle ortopedici e normali con lana propria o del cliente A richiesta si possono avere anche su misura Consegne a domicilio GRATIS 4 Incontro - Natale 2008 Aiello-Acquamela L A scuola di Solidarietà o scopo di questa iniziativa è di aiutare a far capire ai nostri alunni il reale significato del Natale. In questi tempi in cui la crisi sociale ed economica attanaglia tutti noi, dare un chiaro segno, una testimonianza efficace, è l unico modo per far passare questo messaggio e, di conseguenza, educare i bambini al bene del prossimo. Ha esordito così Luisa Turco, maestra della scuola dell Infanzia del plesso di Aiello. A n c h e quest anno gli alunni della scuola Primaria e dell Infanzia si preparano a festeggiare, così come ogni anno, il Natale con le consuete attività: recite, spettacoli e canti per dire a tutti che Gesù è nato. Tuttavia, questo Natale queste iniziative assumono un significato ben più importante, aggiungendo un tocco di solidarietà: aiutare i bambini bisognosi. Dopo un colloquio delle insegnanti con i nostri parroci, si è deciso di devolvere alla Caritas Portatori: uniti per aiutare il prossimo 9 Novembre scorso, nella Il chiesa di San Domenico ad Acquamela, i fedeli giunti per la celebrazione eucaristica domenicale hanno notato la presenza di una folta schiera d iscritti al Gruppo Plenis Velis (portatori). La partecipazione al rito cristiano della Messa diventa sentiero principale SALUMERIA LANDI ANNA Via dei due Principati, 12 ACQUAMELA (SA) Incontro - Natale 2008 parrocchiale sia il ricavato della vendita di beneficenza che la scuola Primaria terrà il giorno 18 dicembre, sia i generi alimentari della raccolta che è stata effettuata dai bambini della scuola dell Infanzia. Inoltre, di comune accordo, le insegnanti di tutto il plesso hanno rinunciato ai regali che, in forma di cortesia, avrebbero ricevuto dagli alunni, suggerendo che quegli stessi venissero destinati alla Caritas parrocchiale, dando così un esempio che gli alunni non scorderanno! Siamo consapevoli che anche nel nostro paese ci sono persone bisognose, le quali hanno problemi quotidiani. Altro che difficoltà di arrivare alla terza settimana! ha con forza da percorrere insieme per approfondire l incontro con il Signore. Un vecchio detto recita: L unione fa la forza ; un altro ancora: La noce sola nel sacco non fa rumore, questo ci fa capire quanto sia importante operare in unione di intenti. Anche nei piccoli gesti si può notare che il gruppo è interessato alla vita Caseificio Vitagliano di Bartolomeo e Gennaro Vitagliano ribadito Cinzia Giannattasio, maestra e fiduciaria della scuola Elementare. Quest anno ci siamo chiesti quale fosse il modo per far capire ai nostri allievi e alle loro famiglie che anche noi insegnanti e studenti del plesso di Aiello eravamo partecipi dei disagi che il nostro paese sta attraversando. È maturata così l idea della raccolta alimentare e di fondi da devolvere ai più bisognosi. Dopo attenta analisi, la scelta è ricaduta sulla nostra comunità Ṅ o n o - stante i disagi che la scuola sta attraversando e la momentanea scampata chiusura alla quale il plesso di Aiello era destinato, abbiamo deciso che dovevamo dare un segno, una testimonianza, per il bene di questa scuola e, soprattutto, per il bene dei bambini che la frequentano. L appuntamento è quindi per il 18 e il 19 dicembre prossimi, sapendo che, oltre al sociale in quanto ha risposto in maniera generosa all appello lanciato da don Nello nell omelia, in cui chiedeva di partecipare alla raccolta alimentare, necessaria a molte famiglie che sono in difficoltà economica, promossa dalla caritas parrocchiale. Via Corte, 6/D AIELLO DI BARONISSI (SA) Tel Marco Lignante Gruppo Plenis Velis divertimento, si avrà occasione per compiere la nostra buona azione natalizia, che ci farà star meglio, ma, ancor di più, farà star meglio molte famiglie a noi vicine. Giuliano Romano Giovanissimi: pilastro della comunità In ogni ambito, in modo particolare in quello della parrocchia, i giovani devono essere la forza propulsiva e il loro entusiasmo deve essere stimolo per gli altri. Con grande gioia ad ottobre nella nostra comunità è nato il Gruppo Giovanissimi, dedicato ai ragazzi delle scuole superiori, guidato dal diacono Giuseppe Criscuolo e dalla catechista Manuela Galasso. Lo scopo degli incontri è quello di approfondire la propria fede,condividere le proprie esperienze,aprirsi a nuovi orizzonti. Ma soprattutto uno degli obiettivi è l incontro con le realtà che interessano la nostra forania e la diocesi,con le esperienze che altri giovani vivono e che sono uno stimolo a vivere guardando al di là di ciò che ci è familiare. Il gruppo è nato ma aspetta a braccia aperte tanti nuovi arrivi... Per questo l appuntamento è ogni venerdì alle ore 20:00 presso la chiesa di S. Domenico in Acquamela per vivere insieme tanti momenti di gioia e di riflessione. Manuela Galasso 5 Coperchia - Cologna INCONTRO Quindicinale di informazione, cultura, attualità e sport della Valle dell Irno Coordinatore: Antonio Schiano di Cola Per informazioni: Ricordo e solidarietà a Coperchia Il 22 ottobre scorso, nella Parrocchia dei Santi Nicola e Matteo, la comunità di Coperchia è stata partecipe di una grande manifestazione di solidarietà, in ricordo di Antonella Todisco. Antonella, che ci ha lasciato dieci anni fa, è adesso Via L. Cacciatore, 29 Coperchia (Sa) GF Antonio Vitale Casa e Intimo Gioia Tel Profumeria - Cosmetici - Oggettistica Bomboniere - Articoli da regalo Via Cacciatore, 21/23 Tel Coperchia (Sa) uno splendido fiore, trapiantato nel giardino del Padre, dove ha accolto anche il suo papà Vito. Per ricordare i diciannove anni di sogni infranti di Antonella, in occasione del decennale dalla sua dipartita, ho voluto pubblicare il testo Uno splendido fiore, affinché il suo ricordo sia indelebile nel cuore di coloro che l hanno conosciuta e per farla conoscere a chi non ne ha avuto l opportunità, ma anche per far comprendere appieno la grave situazione che vivono gli ammalati di leucemia. In tanti hanno raccolto il mio invito e sono stati generosi nel dare un libero contributo. Il ricavato sarà devoluto all A. I.L (Associazione Italiana contro le leucemie), Sezione Marco Tulimieri di Salerno, che lotta affinché gli ammalati di leucemia possano guarire ed in particolare i giovani possano realizzare i propri sogni, anche se ad Antonella non è stato concesso. Mi piace pensare che Antonella, per realizzare i suoi sogni abbia delegato me, sostenendomi ed illuminandomi nella stesura del testo Uno splendido fiore. In seguito sarà resa nota la somma e la destinazione dei fondi raccolti. Ringrazio di cuore coloro che, con la loro presenza e la loro generosità, si sono stretti intorno alla mia famiglia. Abbiamo sentito l affetto e il calore di tutti e in particolar modo delle comunità di Coperchia e di Felitto. A tutti va la mia gratitudine e auguro che a F.lli Aliberti S.n.c. di Aliberti Antonio e Luigi Lavori termoidraulici ed edili in genere Via A. Manganario, n. 59 Salerno nessuno succeda ciò che è capitato ad Antonella. Un grazie particolare ai parroci don Biagio e don Domenico. Anna Risi, madre di Antonella La nostra parrocchia online La Parrocchia SS. Nicola e Matteo finalmente in Internet su All aggiornamento del sito, realizzato e gestito da Raimondo Pierri, collaborano i giovani e i gruppi della Comunità. Chiunque può rendersi disponibile per arricchirne le pagine di contributi sempre nuovi. Tel Cell Incontro - Natale 2008 Coperchia-Cologna Incontro - Natale 2008 Ancora sull Albo d Oro A circa due mesi dalla presentazione, avvenuta nella Chiesa di S. Clemente a Pellezzano, vi sono persone che, a causa dei ritardi della tipografia, non hanno ancora ricevuto l Albo d Oro dei C
Related Search
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks