VERBALE SEDUTE DI GARA DEL 26 giugno 2013 e del 27 giugno PDF

Description
COMUNE DI CASTENASO Provincia di Bologna Istituzione Sister PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA DI GENERI ALIMENTARI E NON ALIMENTARI E GESTIONE DEI SERVIZI COMPLEMENTARI PER IL SERVIZIO

Please download to get full document.

View again

of 6
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Information
Category:

Religion & Spirituality

Publish on:

Views: 0 | Pages: 6

Extension: PDF | Download: 0

Share
Transcript
COMUNE DI CASTENASO Provincia di Bologna Istituzione Sister PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA DI GENERI ALIMENTARI E NON ALIMENTARI E GESTIONE DEI SERVIZI COMPLEMENTARI PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA - PERIODO 2 SETTEMBRE AGOSTO 2014 VERBALE SEDUTE DI GARA DEL 26 giugno 2013 e del 27 giugno 2013 Il giorno mercoledì 26 giugno 2013 alle ore.15 presso la sala Meeting della Sede Municipale, sita in piazza Bassi 2, si è svolta la seduta di gara per l affidamento dell appalto in oggetto, alla presenza della commissione di gara nominata con determinazione del Direttore dell'istituzione Sister n 6 del e composta da: - Dott.ssa Raffaella Casu direttore Istituzione Sister, presidente di Commissione - Dott.ssa Giuliana Minarelli, - Responsabile area Servizi alla Persona del Comune di San Giorgio di Piano - esperto - Dott.ssa Paola Navacchia medico igienista dipendente dipartimento Sanità pubblica della Asl di Bologna esperto - Dott. Elisa Lui Responsabile dell area Affari generali Comune di Castenaso, segretario verbalizzante. Sono altresì presenti alla seduta pubblica: sig. Simone Albrizzi munito di delega della soc. Camst sig. Antonio Dellomargio identificato con carta di identità n. N297P1S.A rilasciata dal comune di Pianoro, il quale dichiara di essere dipendente della ditta Camst Il presidente di gara dà atto che sono pervenute al Protocollo Generale del Comune di Castenaso, nei tempi e con le modalità previste dal bando di gara della Stazione Appaltante, n 1 busta, inviata da: 1) Raggruppamento temporaneo di impresa composto da: Capogruppo Camst soc. coop. a r.l. Via Tosarelli 218 Castenaso (BO), da mandante Pictor società cooperativa sociale via Menarini 42 Budrio (BO) e da mandante Cosepuri soc. coop. per azioni via A. Pollastri 8 Bologna, pervenuta in data , P.G o.19. Controllata l'integrità del plico pervenuto e la presenza in esso delle 3 buste previste dal bando, il Presidente procede all'apertura della busta A e verifica la documentazione amministrativa in essa contenuta, analiticamente per ciascuna delle tre componenti il raggruppamento. Il presidente dà lettura delle prestazioni che ciascuna delle componenti il raggruppamento intende svolgere nell'ambito dell'appalto in oggetto. Il presidente attesta che la documentazione amministrativa presentata è conforme a quanto richiesto dal bando di gara e quindi dichiara il raggruppamento temporaneo ammesso a partecipare alla gara. Il Presidente di gara dà atto che, essendo pervenuta una sola offerta, non si darà luogo al sorteggio previsto dall'art. 48 del d.lgs 163/2006. Il Presidente verifica in seduta pubblica la presenza all'interno della busta B dell'offerta tecnica per la ditta partecipante. Alle o. il Presidente comunica ai rappresentanti della ditta presente che la gara proseguirà in seduta riservata per l'esame del progetto tecnico e riprenderà in seduta pubblica per l apertura della busta C, per il giorno giovedì 27 giugno alle ore 17.30, avvisandoli che in quella sede potranno partecipare nuovamente alle operazioni di gara. La gara procede quindi in seduta riservata. Il Presidente passa all apertura della busta B contenente la documentazione relativa all offerta tecnica delle ditte offerenti e procede alla lettura dei singoli progetti ed al raffronto degli stessi al fine dell'attribuzione dei punteggi previsti dai criteri di valutazione. La seduta per l'esame dell'offerta tecnica viene sospesa alle ore 18. Le buste contenenti la documentazione di gara vengono riposte in armadio chiuso a chiave, sotto la diretta responsabilità del Presidente della Commissione. Il giorno giovedì 27 giugno 2013 alle ore 14 presso la sede della cucina comunale di via G. Rossini n. 2 riprende la seduta della commissione di gara in forma riservata per l'esame delle campionature previste dal bando di gara. La commissione, dopo l esame delle derrate dal punto di vista organolettico, nutrizionale e di servizio attribuisce i punteggi come da prospetto allegato. La Commissione procede poi all attribuzione dei punteggi del progetto tecnico esaminato come segue: Criteri di valutazione Qualità delle derrate offerte (max punti 30) sarà attribuito alla proposta che risponderà meglio alle esigenze e obiettivi espressi nel capitolato, con particolare riferimento a: qualità dei prodotti forniti, qualificazione dei fornitori, con particolare riferimento a fornitori a km zero, offerta di prodotti biologici, tipici locali e tradizionali aggiuntivi rispetto a quelli richiesti da capitolato 1.1 Qualità dei prodotti verificata mediante campionatura I prodotti offerti e campionati saranno scrupolosamente esaminati, sottoposti a prove tecniche di cottura, assaggio, resa, inoltre saranno attentamente controllati: marche, etichette, ingredienti, i e confezioni per verificare la rispondenza alle ristiche tecniche. Saranno valutati dalla Commissione secondo lo schema sotto riportato(*) Allegare schede tecniche prodotti oggetto di campionatura , Forniture a Km 0 (indicare tipologie di prodotti e quantità riferite ad un numero potenziale di pasti). A chi offrirà l ampliamento più significativo, per tipologia e quantità, dei prodotti 6 4,5 2. Proposte migliorative (max 12 punti) sarà attribuito alla proposta che comporterà un maggior vantaggio per l Amministrazione in termini fornitura di attrezzature o di servizi non previsti in capitolato, implementazione degli stessi o migliorie rispetto a professionalità specializzate messe a disposizione dell Ente. N.B. I concorrenti, in caso di aggiudicazione, si impegnano a realizzare reperiti a livello locale sarà assegnato un punteggio massimo fino a punti 6, agli altri concorrenti un punteggio decrescente secondo le indicazioni sottoriportate 1.3 Prodotti biologici, a lotta integrata, tipici locali e tradizionali DOP, IGP (indicare tipologie di prodotti e quantità riferite ad un numero potenziale di pasti). A chi offrirà l ampliamento più significativo, oltre quanto previsto dal capitolato d appalto, della gamma dei prodotti biologici e delle tipologie sopraindicate, riconosciuti ai sensi della vigente normativa comunitaria, nazionale e regionale, sarà assegnato il punteggio massimo, agli altri concorrenti un punteggio decrescente secondo le indicazioni sottoriportate. 2.1 proposte innovative per una migliore e più efficiente erogazione delle prestazioni previste in contratto pur nel rispetto delle prescrizioni minime di capitolato senza oneri aggiuntivi a carico dell Ente appaltante. 2.2 Eventuali proposte relative a servizi supplementari finalizzate alla promozione del servizio senza oneri aggiuntivi a carico dell Ente appaltante (es. iniziative educazione alimentare, incontri tematici rivolti all'utenza, eventi, ecc.) , Eventuali 3 3 tali proposte con propri mezzi e risorse e senza maggiori oneri a carico del Comune. 3. Piano di emergenza (max punti 5) Programma di emergenza nel caso di blocco o impossibilità di utilizzo per qualsiasi causa della cucina. Sarà valutato in termini di tempestività di fornitura dei pasti e mantenimento dei livelli qualitativi degli stessi. 4. Personale dedicato ai servizi (max punti 15) sarà attribuito alla proposta di impiego del personale che nel complesso risulterà più coerente e proporzionata rispetto ai servizi da svolgere. 3 5 attrezzature/accessori/uten sili da mettere a disposizione presso i terminali di distribuzione e/o cucina. Dovranno essere indicate le specifiche tecniche delle attrezzature 3.1 Individuazione di uno o più centrali di produzione da attivare in caso di emergenza, distanza dai terminali di porzionamento, corrispondenza tra il menù previsto e il menù somministrato 4.1 schema relativo all organizzazione ed al complesso di risorse umane che la ditta intende destinare stabilmente allo svolgimento dei servizi integrativi cucina, di trasporto e distribuzione pasti, servizio supporto dietetico e assistenza tecnica HACCP, oggetto del presente appalto, con riferimento sia ai termini quantitativi (n. di unità) sia alla qualificazione professionale del personale stesso (qualifica, esperienza, titoli di studio, formazione professionale specifica, ecc.), compreso il coordinatore del servizio, inteso quale principale referente nei rapporti con l Istituzione. 4.2 Piano di formazione: proposte minime ive annuali che la ditta si impegna a 5. Inserimenti lavorativi ex Legge 381/1991 (max punti 5) Progetto di inserimento lavorativo di persone svantaggiate ai sensi della Legge n. 381/1991. verrà assegnato al progetto contenente la proposta di inserimento più coerente rispetto al servizio da svolgere, tenendo conto delle attività e del numero delle persone svantaggiate dedicate. N.B. Il concorrente dovrà presentare, in allegato al progetto, idonea documentazione comprovante l esperienza maturata in questo ambito; tale documentazione conoscitiva non è oggetto di valutazione ai fini dell attribuzione del punteggio realizzare nei confronti del personale impiegato nei servizi di refezione scolastica, oggetto del presente appalto: dovranno essere descritti i corsi proposti, con particolare riferimento agli ambiti di igiene, sicurezza e nutrizionale. 5.1 Per ciascuna figura professionale proposta sarà valutato il progetto specifico di inserimento, indicante lo stato di svantaggio e la relativa qualifica professionale per lo svolgimento di una delle attività comprese nel servizio, per le quali si valuterà anche l idoneità della copertura con tali professionalità Spreco zero (max punti 3) Relazione contenente proposte finalizzate a contenere lo spreco alimentare, tendendo Azioni volte al recupero e alla redistribuzione di cibo non consumato. Azioni volte a ridurre il quantitativo di cibo 3 3 ad azzerarlo. N.B. I concorrenti, in caso di aggiudicazione, si impegnano a realizzare tali proposte con propri mezzi e risorse e senza maggiori oneri a carico del Comune. inutilizzato TOTALE OFFERTA TECNICA 60,82 Alle ore riprende la seduta pubblica della commissione di gara. E presente il sig. Simone Albrizzi delegato della società Camst. La Commissione dà lettura del punteggio attribuito all offerta tecnica. Quindi viene aperta alla sua presenza la busta C contenente l offerta economica, vengono lette le dichiarazioni rese in sede di offerta dai componenti il raggruppamento, quindi viene letto il ribasso pari a 0, % per un importo offerto di ,00. Il punteggio finale attribuito alla ditta risulta il seguente: punteggio offerta tecnica 60,82 Punteggio offerta economica 30 Punteggio totale 90,82 Il Presidente dichiara pertanto provvisoriamente aggiudicata la FORNITURA DI GENERI ALIMENTARI E NON ALIMENTARI E GESTIONE DEI SERVIZI COMPLEMENTARI PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA - PERIODO 2 SETTEMBRE AGOSTO 2014 al R.T.I. composto da Capogruppo Camst soc. coop. a r.l. Via Tosarelli 218 Castenaso (BO), da mandante Pictor società cooperativa sociale via Menarini 42 Budrio (BO) e da mandante Cosepuri soc. coop. per azioni via A. Pollastri 8 Bologna. La seduta di gara si chiude alle ore 18. Dott.ssa Raffaella Casu Presidente Dott.ssa Paola Navacchia Esperto.... Dott.ssa Giuliana Minarelli Esperto.. Dott.ssa Elisa Lui Segretario Verbalizzante
Related Search
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks