Progetto Esseremiliano per Crovi Consulting (Master Sqcuola di Blog)

Description
1. ■ Analisi di Listening e proposta della strategia digitale di engaging PROGETTO ESSEREMILIANO 2. 19/06/15 Nome del relatore 3. 19/06/15 Nome del relatore COS’È…

Please download to get full document.

View again

of 22
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Information
Category:

Social Media

Publish on:

Views: 0 | Pages: 22

Extension: PDF | Download: 0

Share
Transcript
  • 1. ■ Analisi di Listening e proposta della strategia digitale di engaging PROGETTO ESSEREMILIANO
  • 2. 19/06/15 Nome del relatore
  • 3. 19/06/15 Nome del relatore COS’È ESSEREMILIANO Il progetto EsserEmiliano nasce nel 2014 da Crovi Consulting, agenzia di consulenza nel campo del marketing e della comunicazione di Reggio Emilia. A CHI È INDIRIZZATO EsserEmiliano mira a promuovere in Italia e nel mondo le aiende ed eccellenze Emiliane, accomunate dalla cultura e dai valori che sono propri del nostro territorio COSA OFFRE • Brand awareness • Brand reputation • Opportunità di business OBIETTIVI • Prospettiva di medio- lungo periodo: EsserEmiliano nasce nel 2014 e non intende fermarsi al 2015 • 400.000 visitatori unici al sito nel 2015 • Creare una vera cultura attorno all’Emilia e renderla territorio di interesse turistico, impresariale e culturale a 360°
  • 4. 19/06/15 Nome del relatore I TEMI L’EsserEmiliano è rappresentato da un unico marchio che racchiude sei aree tematiche per meglio identificare le singole eccellenze emiliane
  • 5. 19/06/15 Nome del relatore GLI STRUMENTI A SUPPORTO DEL PROGETTO ✓ Portale web multilingua ✓ Attività di Social Media Marketing multicanale ✓ Attività di SEO e SEM internazionale ✓ Attività di ufficio stampa ✓ Eventi ✓ Appoggio istituzionale di Province, Associazioni di categoria, Comuni e Consorzi PER LE AZIENDE ADERENTI ➢ Presenza all’interno del portale con la propria scheda cliente ➢ Editoriali dedicati sul portale ➢ Attività di Social Media Marketing sui canali del progetto ➢ Annunci su Google Adwords dedicati ➢ Attività di ufficio stampa ➢ Campagna DEM dedicata
  • 6. 19/06/15 Nome del relatore COSA CHIEDE IL CLIENTE A SQCUOLA DI BLOG Per la sua adesione a SQcuola di Blog, il cliente si aspetta di ricevere: 1.ANALISI DI LISTENING 1.STRATEGIA MACRO 1.STRATEGIA PER CANALI
  • 7. 19/06/15 Nome del relatore 1.ANALISI DI LISTENING: obiettivi Per la corretta elaborazione della strategia, immancabile è la fase analitica di listening, volta a rispondere ai seguenti quesiti: a) Si parla di Emilia online? Come brand o in sola relazione alle eccellenze del territorio? Come se ne parla? b) Quali sono le tematiche di maggior interesse/interazione da parte dell’utente? In quali canali si collocano? c) Quali sono i canali in cui se ne parla di più? In che modo? d) Ci sono gli Influencer che ne parlano, chi sono? CANALI SCELTI : BLOG, FORUM, FACEBOOK, TWITTER, PINTEREST, INSTAGRAM, LINKEDIN, TRIPADVISOR
  • 8. 19/06/15 Nome del relatore 1. ANALISI DI LISTENING Grafico a bolle con risultati Analisi di Listening. L’ampiezza dei cerchi dipende dal numero di conversazioni catalogate, il posizionamento dal rapporto Sentiment/Influence.
  • 9. 19/06/15 Nome del relatore 1. ANALISI: i canali BLOG-88 conversazioni Molte conversazioni rilevate, italiano e inglese; temi più rilevanti: food e turismo, discreto spazio su educazione e Motorvalley. Sentiment molto alta, influence media a tratti alta. FACEBOOK-32 conversazioni L’analisi di listening sul canale Facebook ha evidenziato: le conversazioni numerose e positive, temi più discussi turismo e food. LINKEDIN – 8 conversazioni Poche conversazioni rilevate individuate nei Gruppi di Linkedin. Informazioni scarse e poco dettagliate. INSTAGRAM L’analisi di listening sul canale Instagram era mirata a individuare gli hashtag maggiormente utilizzati in relazione al tema Emilia Romagna, gli Igers che postano foto relative all’Emilia più influenti (con più followers) e i profili che trattano del tema in questione
  • 10. 19/06/15 Nome del relatore 1. ANALISI: i canali FORUM-22 conversazioni Poche conversazioni trovate, poco rilevanti perché di nicchia e pertanto non riconducibili all’emilianità in senso stretto. Interessi: food, tusimo, educazione e motori TWITTER-55 conversazioni L’analisi di listening sul canale TWITTER ha evidenziato che le conversazioni sono numerose e positive. I temi più trattati sono: Food e Creare PINTEREST – 30 conversazioni Le conversazioni sono difficilmente rilevabili, trattandosi di un social molto visual, sonopresenti molte foto ma pochi commenti.Determinare influence o sentiment delle conversazioni è difficile (alcuni hanno molti follower, altri hanno molti repin e molti Mi piace). I parametri non confrontabili.I commenti sono scarsi e quasi inesistenti, ma i temi trattati sono: Motori e auto sportive, Sport: calcio e biciclette TRIPADVISOR-55 conversazioni L’analisi di listening sul canale Tripadvisor si è svolta in modo diverso rispetto ai due precedenti canali: sono stati individuati i luoghi di maggior interesse turistico in Emilia, utili per la programmazione di un piano editoriale più efficace
  • 11. 19/06/15 Nome del relatore 1. ANALISI: conclusioni In base a quanto scoperto nella fase analitica, occorre soffermarsi su alcune considerazioni: • Se di turismo e food si parla molto e si attribuisce loro una sorta di “marchio Emilia”, di altri settori emergono unicamente prodotti o brand; l’industria in particolare e alcuni settori di spicco (ceramiche, moda, meccanica) sembrano soffrire di una mancata percezione della comune provenienza. • La cultura del Made in Emilia esiste, seppur limitata a elementi che molto hanno da spartire col Made in Italy, col rischio di diventarne un’appendice dal punto di vista percettivo. • Il Made in Emilia può esistere, ma ad oggi è più un’idea che una realtà; se ne parla ma non quanto ci si aspetterebbe
  • 12. 19/06/15 Nome del relatore 2. LA STRATEGIA IN SINTESI La strategia mira a creare conversazioni sul Made in Emilia sui temi non presidiati, diventando tra i pochi che ne parlano e, al contempo, sugli argomenti molto popolari tra gli utenti, utili perché generano engagement “sicuro” OBIETTIVI DELLA STRATEGIA CARATTERISTICHE DELLA STRATEGIA • Maggiore traffico sul sito e Maggior engagement sui canali social attraverso Blog • Sviluppare una costante attività di Storytelling su Facebook, Twitter, Instagram e Pinterest, (Linkedin e i Forum non avranno una strategia ad hoc perché reputati poco efficaci) a) TARGET: Imprese aderenti al progetto, imprese clienti degli aderenti e privati in veste di turisti b) TONE OF VOICE: Emozionale; le rubriche su Facebook risponderanno invece a un carattere più amichevole c) CANALI: La strategia presenterà forti punti di integrazione tra i diversi canali, per dare massima risonanza al progetto
  • 13. 19/06/15 Nome del relatore 2.1 LA STRATEGIA PER CANALI: BLOG OBIETTIVI: ●Convogliare traffico sul sito ●Più storytelling, meno pubblicità Creazione di contenuti proprietari su BLOG EsserEmiliano, di 3 tipi: 1-News inerenti al progetto: nuovi patrocini, eventi delle aziende clienti, instant news di interesse per il territorio -> A uscita 2- Articoli settimanali di storytelling su tutte le aree dell’EsserEmiliano 3-Articoli su aziende clienti, loro storia in chiave storytelling (voci degli imprenditori, curiosità, storie dietro l’azienda) PER AMPLIFICARE: Native Advertising
  • 14. 19/06/15 Nome del relatore 2.2 LA STRATEGIA PER CANALI: BLOG OBIETTIVI: ●Coinvolgere voci diverse da quelle del Team di EsserEmiliano e dei propri partner Organizzazione di un Blog Tour L'iniziativa dovrà prevedere di coinvolgere travel e food blogger per offrire loro un'esperienza da Emiliani con un tour personalizzato sulla base degli interessi dei partecipanti. I blogger dovranno scrivere sia per il blog di EsserEmiliano sia per il loro Blog. Per ridurre i costi e offrire un'eperienza totalizzante sarà necessario coinvolgere le imprese partner ma anche i comuni cittadini del luogo dove si svolgerà il blogtour.
  • 15. 19/06/15 Nome del relatore 2. LA STRATEGIA PER CANALI: TWITTER OBIETTIVI: ● Aumento del numero di follower ● Miglioramento della brand awareness ● Partecipazione attiva da parte di utenti Lancio dell'iniziativa #EmilianPeople Ogni lettore potrà partecipare all'iniziativa descrivendo con foto e testo una situazione quotidiana in cui gli Emiliani (o residenti in Emilia si distinguono ogni giono) mantendo i limiti dei 140 caratteri. Una sorta di caccia al Tesoro (caccia all'Emiliano) per mostrare al mondo l'eccezionalità di EsserEmiliano. L'attività richiede il supporto del SMM e del Copywriter, ciascuno per le proprie competenze dovranno interagire in tempo reale con i follower e scrivere il post di lancio dell'iniziativa e il post riepilogativo mensile con i contributi migliori.
  • 16. 19/06/15 Nome del relatore 2. LA STRATEGIA PER CANALI: INSTAGRAM OBIETTIVI: ● Aumento del numero di follower ● Aumento dell’engagement rate ai singoli contenuti postati ● Miglioramento della brand awareness ● Partecipazione attiva da parte di utenti COME - Attività quotidiana di: like e commenti alle foto dell'emiliaromagna - Attiività quotidiana di repost - Raccolta periodica delle foto in un articolo sul sito esseremiliano. Le gallery inizialmente saranno a tema libero, poi, con la crescita dei numeri e dell'influenza dell'account EsserEmiliano saranno tematiche (mani, cuore, piedi, testa, etc)
  • 17. 19/06/15 Nome del relatore 2. LA STRATEGIA PER CANALI: INSTAGRAM - Instragrammers (due m) del mese: intervista agli utenti instagram più influenti (iena70, mental_shot, drunkenbones, la fashion blogger Carlotta Rubaltelli, etc) - Interviste ai gestori delle community regionali e locali - Collaborazione con account ufficiale dell'emilia romagna @turismoer e community per challenge, e Instameet - Collaborazione con gli utenti instagram individuati tramite il listening, a cui potrebbe essere chiesto di interpretare il tema "Esseremiliano" secondo il loro stile personale. Questo Igers si alterneranno, una settimana per ciascuno e dovranno produrre minimo un contenuto al giorno che sarà pubblicato sul profilo esseremiliano (verrà inviata ai gestori di @EE che provvederanno a pubblicarla
  • 18. 19/06/15 Nome del relatore 2. LA STRATEGIA PER CANALI: PINTEREST OBIETTIVI: ● Aumento del numero di follower ● Aumento dell’engagement rate ai singoli contenuti postati ● Miglioramento della brand awareness ● Partecipazione attiva da parte di utenti Lancio dell'iniziativa #ManiDaEmiliano Ogni follower potrà parteciapare richiedendo l'accesso alle bacheche aperte di Pinterest per inserire le fotografie, divise per tema (Vivere, Correre, Creare, ecc) in cui le mani degli Emiliani sono impegnate nelle varie attività. L'attività richiede il supporto del Copywriter, scrivere il post di lancio, sul blog, dell'iniziativa e il post riepilogativo mensile con i contributi migliori.
  • 19. OBIETTIVI: •Aumento della base fans della pagina “EssereEmiliano” •Aumento dell’engagement rate ai singoli contenuti postati •Miglioramento della brand awareness - La gestione della pagina Facebook di Esseremiliano prevede la pubblicazione post multipli giornalieri (circa 4 post al giorno). Il piano editoriale attuale prevede la condivisione delle fotografie a tema pubblicate dagli utenti su Instagram e la pubblicazione di post per sponsorizzare le aziende che partecipano al progetto. Suggerisco di arricchire il piano editoriale inserendo alcune rubriche a tema Emilia ed Esseremiliano. Per ogni rubrica verrà fissato un giorno di pubblicazione e i post saranno pubblicati a cadenza settimanale, questo per far diventare le rubriche un appuntamento fisso per i fans che in questo modo saranno stimolati a partecipare e verrò così aumentato l’engagement totale della pagina. PER AMPLIFICARE: Facebook Ads 19/06/15 Nome del relatore 2. LA STRATEGIA PER CANALI: FACEBOOK
  • 20. RUBRICA EMILIANquiz la rubrica che misura l'expertise dei fans della pagina sull'Emilia TIMING: 1 post a settimana, un giorno fissato Esempio «E' una città famosa per il suo castello e la scala a chiocciola a struttura elicoidale autoportante, dell'architetto Jacopo Barozzi. Avete indovinato?» 19/06/15 Nome del relatore 2. LA STRATEGIA PER CANALI: FACEBOOK
  • 21. 2. LA STRATEGIA PER CANALI: FACEBOOK RUBRICA TIMEMACHINE la rubrica che racconta i grandi avvenimenti storici dell'Emilia TIMING: 1 post a settimana, un giorno fissato Esempio «E' una città famosa per il suo castello e la scala a chiocciola a struttura elicoidale autoportante, dell'architetto Jacopo Barozzi. Avete indovinato?» 19/06/15 Nome del relatore
  • 22. RUBRICA ESSEREMILIANOatavola la rubrica che racconta un piatto/prodotto tipico, TIMING: potrebbe essere pubblicata ad esempio ogni Domenica all'ora di pranzo. Esempio «Una delle più conosciute specialità rustiche gastronomiche dell’appennino modenese, e parte integrante della tradizione montanara è la Crescentina: acqua, sale e farina di grano impastati e cotti sulla brace tra due piccoli dischi di terra chiamati “tigelle”. Quindi la prossima volta ricordatevi di questa storia quando ordinerete delle tigelle! ;)» 19/06/15 Nome del relatore 2. LA STRATEGIA PER CANALI:FACEBOOK
  • Related Search
    We Need Your Support
    Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

    Thanks to everyone for your continued support.

    No, Thanks