MICROCREDITO. Proposta di un metodo applicativo. Fondazione Giovanni dalle Fabbriche BCC Ravennate e Imolese. 12 Gennaio PDF

Description
MICROCREDITO Proposta di un metodo applicativo Fondazione Giovanni dalle Fabbriche BCC Ravennate e Imolese 12 Gennaio 2011 Dott.ssa Marzia Trugli Assistente Sociale Dott.ssa Annalisa Roda Psicologa e Psicoterapeuta

Please download to get full document.

View again

of 34
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Information
Category:

BusinessLaw

Publish on:

Views: 0 | Pages: 34

Extension: PDF | Download: 0

Share
Transcript
MICROCREDITO Proposta di un metodo applicativo Fondazione Giovanni dalle Fabbriche BCC Ravennate e Imolese 12 Gennaio 2011 Dott.ssa Marzia Trugli Assistente Sociale Dott.ssa Annalisa Roda Psicologa e Psicoterapeuta PROGRAMMA Rilevazione del bisogno economico Identificazione del tipo di bisogno economico Valutazione della rispondenza tra bisogno economico e strumento microcredito Analisi del contesto psico-sociale Definizione del progetto e del percorso da fare insieme alla persona BISOGNO ECONOMICO ASSISTENZIALE FINALIZZATO- TEMPORANEO PROMOZIONALE COMPLESSO- MULTIDIMENSIONALE VALUTAZIONE PSICO-SOCIALE AREE DA VALUTARE ECONOMICO-LAVORATIVA RELAZIONALE SALUTE LEGALITA CAPACITA DI FRONTEGGIAMENTO VALUTAZIONE DEL SENSO DI RESPONSABILITA Gli STRUMENTI della VALUTAZIONE COLLOQUIO PSICOSOCIALE VISITA DOMICILIARE CONTATTI MULTIPROFESSIONALI CON CONSENSO INFORMATO FATTORI STRESSANTI ANALISI DELLA DOMANDA RELAZIONARE ENTRARE IN RELAZIONE VALUTAZIONE CENTRATA SUL BISOGNO DEFINIZIONE DEL PROGETTO GRAZIE! MICROCREDITO Proposta di un metodo applicativo Fondazione Giovanni dalle Fabbriche BCC Ravennate e Imolese 19 Gennaio 2011 Dott.ssa Marzia Trugli Assistente Sociale Dott.ssa Annalisa Roda Psicologa e Psicoterapeuta Progetto e Accompagnamento Parola chiave: RICONOSCIMENTO DELL ALTRO Come si declina nella relazione? K. viene e mi riversa addosso tutta la disperazione di una persona che ha subito un ingiustizia grave che ha comportato conseguenze drammatiche nella vita personale e famigliare: io sono da tanti anni in Italia, ho sempre rispettato la legge e ho sempre vissuto lavorando e sono stato ripagato con questa ingiustizia, sono stato licenziato tra le parole espresse ce ne sono altre non dette e cioè che la vera ragione del licenziamento è legata al razzismo del nuovo proprietario dell azienda: vai a morire di fame nel tuo paese, qua non c è posto per te. Cerco di trasmettergli il messaggio che la grave situazione in cui si trova non è solo sua, non è capitata a lui perché era proprio lui ma tante persone si sono trovate in una situazione simile e non solo persone di colore ma anche italiane, portando anche degli esempi concreti. Senza fare dei nomi gli racconto di storie simili alla sua e anche peggiori perché più umilianti della sua è grave quello che ti è capitato ma non è capitato a te perché sei il più sfortunato ma perché episodi di questo tipo si stanno verificando sempre di più nelle aziende. A questo discorso in parte si rasserena. Gli offro la prospettiva legale per rivalersi almeno in parte del torto subito Ascolto il suo sfogo. Cosa è accaduto? ASCOLTO RICONOSCIMENTO VALIDAZIONE CONTENIMENTO Cerco di portarlo a prendere in considerazione la possibilità di trovare comunque una soluzione alla sua situazione come ad esempio cercare un altro posto di lavoro, tenuto conto delle sue capacità Il fatto che nell azienda in cui lavoravi sei entrato come operaio generico per poi diventare saldatore dimostra quali sono le tue capacità professionali e la tua adeguatezza alla vita aziendale! Cosa è accaduto? RESTITUZIONE DI UN IMMAGINE DI SE COMPETENTE K. continua ad essere ripiegato su se stesso e torna ai colloqui con lo stesso spirito ACCOGLIENZA NEL RISPETTO DEI TEMPI DELL ELABORAZIONE SOGGETTIVA cerco di uscire dal terreno in cui K. si è arenato e chiedo: I senegalesi non hanno il commercio nell anima?! RESTITUZIONE DI COMPETENZA E DIGNITA DELLA COMUNITA DI APPARTENENZA E se tu avessi euro che cosa ci faresti? K. inizia a descrivere un attività commerciale di export di articoli di pelletteria alla quale in passato ha pensato tante volte. APERTURA AD UNA ALTERNATIVA POSSIBILE Di conseguenza lo spingo ad entrare sempre più nei dettagli della descrizione di questa attività k. inizia ad immedesimarsi e a rappresentarla con entusiasmo PROBLEM SOLVING A questo punto gli presento il Microcredito: Esiste una forma di prestito che non è finalizzata al guadagno da parte della banca ma al finanziamento di progetti come il tuo con interessi minimi, un po come ha fatto Yunus in Bangladesh. K. conosce questa esperienza essendo una persona di cultura. Ci siamo così intesi subito sulla mia proposta. CONDIVISIONE DELL OBIETTIVO E DELLE MODALITA PER RAGGIUNGERLO ci lasciamo con la possibilità da parte di K. di pensare a qualcosa di diverso e di positivo rispetto ai pensieri che gli hanno occupato la mente negli ultimi tempi. Autonomamente, poi, si informa sui passaggi concreti per avviare un attività di quel tipo. ATTIVAZIONE PERSONALE E DELLE RETI: EMPOWERMENT K. mi chiama per fissare un incontro e condividere le informazioni acquisite. Io gli comunico che preparerò una relazione psico-sociale e lo accompagnerò, consapevole del fatto che una persona come K. può aver bisogno di un sostegno minimo, essendosela sempre cavata da solo. Per sostegno minimo intendo rendermi disponibile a chiamata e programmare un incontro ogni tre mesi finalizzato a: bilancio dell attività commerciale, verifica della presenza di problemi, eventuale attivazione della rete di sostegno, monitoraggio del superamento della fase di demoralizzazione e dell andamento del ricongiungimento del nucleo famigliare disgregato. PROGETTAZIONE CONGIUNTA ACCORDI SUL TUTORING DEFINIZIONE DELLE AREE DI FRAGILITA DA MONITORARE PER LA TENUTA DEL PROGETTO. PROGETTO ECONOMICO PROGETTO PSICO SOCIALE LE COMPETENZE DEL TUTOR IL TUTORING tra fiducia e controllo IL TUTORING tra bisogni reali e bisogni indotti CONDIVISIONE VERIFICHE LE CONDIZIONI PER LA DIFFUSIONE DEL MICROCREDITO LA CENTRALITA DEL LAVORO DI RETE GRAZIE! I grandi cambiamenti avvengono a partire da piccoli cambiamenti
Related Search
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks